Patrimonio Arttistico

  I Comitati
  Le FestivitÓ
  Le poesie
  E-m@il
 

Community

 

Links utili

 

Multimedia

 

Collaboratori

Video

  Foto
  Facebook
   

Prelevamento del corpo di San Nicolò Politi

Olio su tela cm 220x150 Giuseppe Tomasi da Tortorici 1649

Posta sull'altare principale della chiesetta dell'Eremo, la tela raffigura il momento in cui il Clero e il popolo Alcarese si recò alla grotta del Calanna per prelevare il corpo esanime dell'Eremita, genuflesso all'interno della grotta.

Sulla sommità della quale vi è l'Aquila che tra il becco sostiene un panetto. In basso, il pastore Leone Rancuglia, alcuni francescani ed altri ecclesiastici indicano il corpo esanime dell'Eremita e, sullo sfondo, si vedono le rocche del Crasto che sovrastano l'abitato di Alcara da cui si snoda una processione di Ecclesiastici vestiti di bianco, seguiti dai fedeli Alcaresi, che vanno verso la grotta dell'Eremita.

Dal lato opposto, lo sfondo è caratterizzato da alberi e dal terreno roccioso su cui giace il bue smarrito dal pastore che, all'interno della grotta, trovò il Santo corpo. In alto alcuni Angeli accompagnano al cielo l'anima di San Nicolò Politi.

La firma del pittore e la data di esecuzione dell'opera appaiono sul cartiglio retto dal Cappuccino in primo piano a destra.

 

Nicola Bompiedi

Vedi opera